• Rohesia, non solo Negroamaro Rosato.

    Il nome latino medievale di questo vino porta dentro i petali della rosa. Il fiore più elegante nei tre colori che sbocciano nel calice: Rosso, Bianco, Rosa. Ecco la vocazione dei vitigni autoctoni del Salento nelle declinazioni simbolo dello stesso fiore: una rosa è Rohesia.

     

    Dalla singola rosa, ogni volta irripetibile, all’eleganza che connota l’unicità di un’intera specie floreale, viaggia un messaggio ogni volta differente. Quel messaggio non è soltanto una questione di colore, si tratta piuttosto di un particolare talento. Una specie di vocazione, proprio come quella della luce meridiana che – a seconda delle ore – digrada i volumi delle sue tonalità. Ed ecco compiersi una policromia delle passioni. Queste passioni costituiscono la nuova Linea Rohesia. Un trittico. Rosso. Bianco. Rosa. Non più solo Negroamaro Rosato, dunque, ma anche Malvasia Bianca e Susumaniello. Ecco la novità produttiva che accende i riflettori sul brand Rohesia valorizzandone il potenziale e la radice simbolica legata alla rosa in tre possibili declinazioni.

    Continue reading Rohesia, non solo Negroamaro Rosato.

  • L’anima del Fanòi da vita ad un nuovo vino: il Negroamaro.

    In progetto da diversi anni, finalmente ora è disponibile anche il Fanòi Negroamaro. Diverse novità per questo brand nato da poco ma su cui puntiamo con convinzione nonostante si tratti di una produzione molto limitata. Ci piace considerare questi vini come la migliore espressione dei due vitigni principi del nostro territorio prodotti solo nelle annate migliori. Abbiamo deciso di saltare i millesimi 2013 e 2014 per presentarci con l’annata 2015, probabilmente una delle migliori vendemmie degli ultimi vent’anni. Anche per il Fanòi Negroamaro abbiamo seguito la stessa filosofia del Primitivo. Selezione di vigneti ad alberello molto vecchi e raccolta tardiva (primi giorni di ottobre).

    Continue reading L’anima del Fanòi da vita ad un nuovo vino: il Negroamaro.

  • Nuovo restyling linea Classica

    Ci sono cose che hanno il potere di ridisegnare in continuazione la forma del nostro immaginario, paradossalmente quelle cose tendono a diventare quel che si dice un classico. Forse è per questo che ripensando la nuova veste della Linea Classica, l’innesco ispiratore si è intrecciato all’idea di quegli eleganti abiti femminili capaci di fasciare letteralmente un corpo di donna esprimendone tutta la sensualità senza mai smarrirne la caratteristica principale: la sua incoercibile natura, la sua intramontabile anima classica.

    Continue reading Nuovo restyling linea Classica

  • Varius, il piacere della variazione

    Dopo due lunghi anni di assenza, torna in commercio il Varius. Un brand a cui siamo particolarmente affezionati, sia perché esiste dalla vendemmia 1999, sia perché ha sempre rappresentato il nostro vino “sperimentale”. Se il Salento è da tempo immemore crocevia di culture, il Varius nasce per essere “zona franca” di orizzonti nuovi in chiave enologica, per dare spazio quindi alla sperimentazione, nonché per interpretare le potenzialità del territorio attraverso una ricerca continua. Un riposo necessario, quindi, per un vino che nel corso di questi ultimi 18 anni si è accordato con diversi vitigni: Negroamaro, Cabernet Sauvignon, Montepulciano; poi la variazione dal Montepulciano al Merlot, sino alla sua terza vita di Merlot in purezza.

    Continue reading Varius, il piacere della variazione

  • Rohesia: identità territoriale, senza compromessi

    L’anno di produzione del Rohesia è stato un battesimo che ha regalato grandi soddisfazioni. Il nuovo rosato  – vinificato dalle stesse uve che costituiscono il cuore del Teresa Manara Negroamaro – è solo alla sua seconda vendemmia, eppure si lascia già riconoscere. Complice il riscontro più che positivo dell’inizio, dovuto all’identità di un vino che non lascia margine a compromessi né si snatura per seguire gli orientamenti dettati dal mercato del momento.

    Le particolari condizioni climatiche dell’annata, complessa per tutto il territorio italiano a causa delle piogge estive che hanno caratterizzato il 2014, hanno richiesto maggiori attenzioni determinando un colore meno intenso rispetto alla produzione precedente. Del resto, la vinificazione di un vino rosato necessita di un approccio tecnico che deve incrociare le diverse variabili di ogni vendemmia.

    Continue reading Rohesia: identità territoriale, senza compromessi

  • Rohesia, il nuovo rosato di Negroamaro

    Quando la schiena del sole scivola lungo le rocce frastagliate delle baie, lungo la cinta slacciata dei due mari che formano questa lontananza a sud del sud, la luce che resta sospesa tra nuvole e pietre ricamate ha gli stessi toni di un vino rosato. Un colore diluito nella fioritura dei petali di rosa che vibrano al rallentatore insieme ai loro effluvi morbidi. Quella tonalità, piena di carattere e di grazia, è una storia d’amore antica, un desiderio che frastorna i dormiveglia degli amanti dando corpo alla vita che ne deriva.

    Continue reading Rohesia, il nuovo rosato di Negroamaro