• L’anima del Fanòi da vita ad un nuovo vino: il Negroamaro.

    In progetto da diversi anni, finalmente ora è disponibile anche il Fanòi Negroamaro. Diverse novità per questo brand nato da poco ma su cui puntiamo con convinzione nonostante si tratti di una produzione molto limitata. Ci piace considerare questi vini come la migliore espressione dei due vitigni principi del nostro territorio prodotti solo nelle annate migliori. Abbiamo deciso di saltare i millesimi 2013 e 2014 per presentarci con l’annata 2015, probabilmente una delle migliori vendemmie degli ultimi vent’anni. Anche per il Fanòi Negroamaro abbiamo seguito la stessa filosofia del Primitivo. Selezione di vigneti ad alberello molto vecchi e raccolta tardiva (primi giorni di ottobre).

    Continue reading L’anima del Fanòi da vita ad un nuovo vino: il Negroamaro.

  • Fanòi, anima mistica e sensuale della terra

    Sullo sfondo di questo vino, nel più intimo dei suoi sensi, ancora intorno alla stagione che lo determina, ci sono i fuochi: il torpore dell’inverno che sta per ritirarsi nelle sue stanze, esattamente un istante prima che la primavera abbia inizio. In primo piano: le memorie che si sprigionano da quei fuochi. Scintille di tempo – peculiarmente umano – che innesca il cinematografo dei ricordi. Lì, nella sfida delle immagini che si avvallano dentro ognuno di noi, spinge il suo calore il Primitivo Fanòi.

    Dove inizia un certo sud del mondo, a Sava, come la postilla al margine di una lettera segreta, si srotolano i vitigni che esprimono questo vino dedicato all’orditura incessante dei mesi freddi, fissati nello splendore della fiamma di un camino o di un grande falò rituale. Il fuoco vivo, uno spazio assoluto, si direbbe. Fatto proprio di una natura, quell’appassionato riverbero, che consuma se stessa fino in fondo per rigenerarsi di nuovo, come il cerchio della rima e delle vite tramandate di padre in figlio, stagione dopo stagione.

    Continue reading Fanòi, anima mistica e sensuale della terra